PRODI VOTERO’ IL PD – LeU CERCA SOLO POSTI IN PARLAMENTO

PRODI VOTERO’ IL PD – LeU CERCA SOLO POSTI IN PARLAMENTO

ndr. I D’Alema, Bersani, Civato & Company, se ne sono andati dal PD per garantirsi una Poltrona in Parlamento e non perchè avevano un Programma diverso da Renzi, che non li avrebbe più ricandidati !
L’aggiunta poi di Grasso e della Boldrini, renderà piu facile il successo del Centro Destra.
by Mr Greco 46

 Prodi: “Voterò per il centrosinistra, chi è fuori dalla coalizione non è per l’unità”

Prodi: "Voterò per il centrosinistra, chi è fuori dalla coalizione non è per l'unità"
Romano Prodi (ansa)

 Grasso: “Centrosinistra diviso per volontà di Renzi”. Fratoianni: “Il Pd ha realizzato i migliori sogni della destra”. Bersani: “Nel Pd liquidati tutti quelli che parlavano di centrosinistra”. Dai dem, il plauso del coordinatore Guerini: “Riconoscimento del lavoro fatto in direzione di un’azione unitaria contro l’avanzata delle destre”. Martina: “Sempre grati al Professore”

Invia per email

Stampa

ROMA Romano Prodi ha ribadito “che certamente andrà a votare, che voterà per l’affermazione del centrosinistra e che le forze fuori dalla coalizone non stanno lavorando per l’unità”. Una dichiarazione che arriva dopo che Affaritaliani.it aveva diffuso il testo di un colloquio telefonico con l’ex presidente del Consiglio attribuendogli valutazioni secondo cui Liberi e uguali non è per l’unità del centrosinistra, al contrario del Pd.

L’ufficio stampa di Prodi in seguito ha precisato che l’ex premier “non ha rilasciato alcuna intervista” e ne ha chiarito il pensiero: “Il Presidente non ha rilasciato alcuna intervista. Ha solo ribadito che certamente andrà a votare e che voterà per l’affermazione del centrosinistra e che le forze fuori dalla coalizione non stanno lavorando per l’unità. Niente altro”. Quindi, anche se non si è trattato di un’intervista, l’ufficio stampa di Prodi non smentisce ma riafferma il pensiero attribuito al Professore: chi è fuori della coalizione non lavora all’unità del centrosinistra.

E, tra chi è fuori, figura evidentemente Liberi e Uguali. Da cui partono immediatamente altre precisazioni, tra cui spicca quella rilasciata all’Ansa dal leader Pietro Grasso. “È sotto gli occhi di tutti – dichiara il presidente del Senato ed ex magistrato ora alla guida di LeU – che il centrosinistra non si è potuto ricomporre per volontà di Renzi. La composizione delle liste e le otto fiducie sulle legge elettorale sono segnali inconfutabili della volontà del Pd e di Renzi di fare altro”. Poi Grasso porge l’interrogativo: “Prodi ritiene la finta coalizione che ha messo in piedi Renzi, che lo costringerà a votare Casini a Bologna anziché Errani, un centrosinistra unito? Noi in quel tipo di coalizione non ci possiamo stare”.

Nicola Fratoianni, segretario nazionale di Sinistra Italiana, confluita come Mdp in Liberi e Uguali, aggiunge su Twitter: “Vorrei direi con grande rispetto a Prodi che Renzi, il gruppo che gli sta attorno e il Pd, più che l’unità del centrosinistra, hanno in realtà realizzato i migliori sogni della destra…”.

Per Mdp, la parola a Pier Luigi Bersani: “Che il Pd sia per l’unità del centrosinistra è abbastanza curioso – dichiara da Giovanni Floris a DiMartedì su La7 -. Non la faccio lunga: stiamo andando a votare con una legge che il Pd ha fatto con la destra, non l’ha mica fatta con noi. Nel Pd – aggiunge Bersani, facendo riferimento non alla scissione dai dem che lo coinvolse personalmente ma alla composizione delle liste della coalizione – è stata liquidata buona parte di quelli che parlavano di centrosinistra. Quando candidi in Sicilia sodali di Cuffaro o di Lombardo, in Lombardia il braccio destro di Formigoni, nel cuore dell’Emilia Casini e Lorenzin… È tutta gente che quando pensa al centrosinistra pensa di farlo con Berlusconi”.

Plaude, invece, al Professore il coordinatore della segreteria dem Lorenzo Guerini: “Il Partito Democratico è impegnato a costruire una coalizione forte e credibile, in grado di rispondere all’avanzata delle destre e delle forze estremiste. Accogliamo quindi con piacere le parole di Romano Prodi, che riconoscono la validità del lavoro fatto in direzione di un’azione unitaria delle forze di centrosinistra (…). Spero che le parole di Prodi siano uno stimolo per lavorare verso un comune obiettivo”.

Il vice segretario del Pd, Maurizio Martina: “Dobbiamo essere sempre grati a Romano Prodi per il suo contributo all’unità del centrosinistra. Oggi la coalizione guidata dal Pd con Insieme, Civica Popolare e +Europa è l’alternativa plurale e unitaria alla destra e ai cinque stelle”.

Sul sito Affaritaliani.it il colloquio con Prodi viene riportato in questo modo.
Lei il 4 marzo farà il suo dovere, tra virgolette, e andrà a votare? “Certo che voto. Certo che vado a votare”. Le liste del Partito democratico e del centrosinistra in generale sono competitive? “Mi auguro che lo siano. Mi auguro che questi lo siano”. Però ci sono state tante polemiche dopo la presentazione delle liste e, come lei sa bene, le polemiche non fanno mai bene… “Lasci stare. Sapete benissimo che ho sempre lavorato per la unità del centrosinistra. E quindi io solo questo posso ripetere”. Però Liberi e Uguali di Pietro Grasso si presenta alle elezioni politiche contro il Pd in tutta Italia… “Liberi e Uguali non è per l’unità del centrosinistra. Punto”. E invece Renzi sì? “Renzi, il gruppo che gli sta attorno, il Pd e chi ha fatto gli accordi con il Pd sono per l’unità del centrosinistra”. Invece Grasso, D’Alema e Bersani no? “In questo momento non sono per l’unità del centrosinistra. Punto”. Infine alla domanda sull’ipotesi larghe intese modello Germania, Prodi non si sbilancia: “Non rispondo più. Grazie”.

© Riproduzione riservata

I COMMENTI DEI LETTORI

 

654 commenti
17 ore fa
paolo4617
Bravo Prodi. Strana campagna elettorale, questa, dove sembra prevalere chi “si distingue”. E naturalmente “chi si distingue” – per definizione – è minoranza, se fosse maggioranza non si “distinguerebbe”. E’ chiaro che è odiosa l’idea di accettare compromessi ma questa idea si potrebbe superare se tutti a sinistra, invece di “distinguersi”, provassero a “unirsi”. Con una massa enorme di elettori disamorati/sconcertati l’idea di un centrosinistra forte e unito, senza beghe e senza liti interne, potrebbe arrivare al 40%, e non ci sarebbe alcun bisogno di fare alcuna coalizione. Questo è il pensiero di Prodi. L’altro pensiero è questo: “Vi lasciamo da soli, così, per governare, sarete obbligati a una qualche “coalizione” con il nemico. E noi diremo: l’avevamo detto”. E’ un pensiero lecito ma io lo trovo misero.
16 ore fa
mobasta03
Mi consenta, lei ha una bella concezione della democrazia, chi non condivide la sua scelta politica è un nemico. Bravo democratico di sinistra!
16 ore fa
salcan66
Non mi pare ci sia scritto questo …al contrario quando si è in un gruppo bisogna sapere accettare il volere della maggioranza specialmente quando la maggioranza è la base del partito che si è DEMOCRATICAMENTE esprezza attraverso le primarie….ebbene sì oggi in Italia non c’è nulla di + democratico del PD!!! Predere il pallone ed andarsene via non è “democratico” è solo infantile.
16 ore fa
Attilio Gusmaroli
un altro democratico che vive sulla luna e non si accorge che di fatto voterà a destra.
16 ore fa
Napalm Settantuno
Sicuramente è più democratico B. che unisce di Renzi che divide.
16 ore fa
yoland
Benvenuto nel bel mondo dei Renzi boys.
15 ore fa
saurogallis

La democrazia non è la dittatura delle minoranze (presuntuose peraltro) sulla maggioranza (degli elettori del centro sx)….

x Napalm Settantuno: che vuoi dividere con questi pseudo sinistri che credono di essere i tenutari della verità proletaria.  Il povero Carletto Marx direbbe loro “vade retro”…
x yoland spero che le “girls” ti infamino, con questo tuo perenne Renzi boys….      😀
14 ore fa
rossonero0602

x salcan66

Stia tranquillo, saranno gli italiani a toglievi quel pallone, che lui ha ignominiosamente fatto scoppiare.
Scoppiare per  la sua insipienza, per la sua arroganza, per la sua alterità, per quell’IO ipertrofico che non gli nemmeno consentito di capire che un Partito non una Spa.
Un partito è fatto di uomini, con le loro idee, con le loro ansie, con le loro speranza, con la voglia di partecipare ad un progetto comune.
Nulla di questo si è verificato, con Renzi segretario del PD.
In ogni caso ne riparleremo , a bocce ferme,  il prossimo 5 di marzo e saranno c…..per tutto il PD.
14 ore fa
saurogallis

x rossonero0602

quanto livore!
Io credo che Renzi sia un buon leader, pur con tanti difetti.
E che senza provare a cambiare le cose la sx è condannata.
LeU 3%….
2 ore fa
david64
Paolo4617 ha perfettamente ragione. E Lei sbaglia quando gli attribuisce di considerare “un nemico chi non condivide la sua scelta politica”. Sono proprio le “minoranze che si distinguono” a mettere in piazza l’immaturità tipica del bambino piagnucoloso che non accetta chi la vede diversamente da lui.
1 ora fa
elisabetta61nj
 @saurogallis una cosa è cambiare, ben altra cosa è entrare in un partito storicamente di sinistra e poi fare politica di destra… io lo chiamo “tradimento di idee”, ma forse pretendo troppo… per il resto condivido che Renzi sia un buon leader, sempre che per leader si intenda uno che sa sfruttare a proprio vantaggio la creduloneria della gente che gli da fiducia…
16 ore fa
frank zeck
secondo me sbagli perche’ i capi corrente o comunque quelli che si distinguono, lo fanno perche’ cercano di assecondare il pensiero popolare.  sono convinto che la stragrande maggioranza di quelli che oggi affermano di voler votare LeU, cambierebbero subito la loro intenzione di voto se Leu si alleasse col PD
16 ore fa
svoltaasinistra

 @frank zeck

confermo. Se fossero stato alleati del PD non avrei nemmeno preso in considerazione la possibilità di votare Liberi e Uguali.
16 ore fa
salcan66
Il pensiero popolare è quello della maggioranza della base del PD che si in larga maggioranza espressa per Renzi
15 ore fa
frank zeck
salcan66, si e’ espresso per renzi 4 anni fa, in politica sono un’eternita’
15 ore fa
pappinofiliolo01

C’è un grande ostacolo la megalomania di Renzi, che pur di andare a palazzo Chigi si alleerebbe anche col diavolo. La sua boria non gli consente di dialogare con nessuno, che non la pensi come lui. Solo quando capirà i suoi difetti politici ed

 autoritari, di certo sarà un ottimo leader.
15 ore fa
saurogallis

Cari

frank zeck
e
svoltaasinistra
l’importante è perdere sempre, non governare, ma rimanere “puri”
Puri?   Masochisti, vah…….
15 ore fa
flatline1963
 @frank zeck 4 anni ?? Veramente si è espresso meno di un anno fa: nell’aprile del 2017, 69% di voti per Renzi
14 ore fa
frank zeck
@flatline1963 quello era gia’ il partito di renzi, con l’opposizione fuoriuscita e con un avversario di comodo, i detrattori di renzi non hanno nemmeno partecipato a quelle primarie
14 ore fa
frank zeck
@saurogallis ma tu quand’e’ che hai vinto l’ultima volta? ti invito a rivedere un po i risultati ottenuti post europee del famoso 40%, poi magari discutiamo di chi sia il perdente
14 ore fa
saurogallis

x frank zeck

non ho avuto occasioni di vincere o perdere dalla ultime politiche.
e tu quando hai vinto l’ultima volta? All’epoca di De Gasperi?
14 ore fa
saurogallis

x pappinofiliolo01

Sommessamente chiedo: mi fai un esempio di un politico di sx che non sia come affermi essere Renzi?   😀
14 ore fa
zeta1
fanno ridere certi signori che si scoprono di sinistra dopo aver governato come dalema  ahhahhhh,  il signor dalema e il signor bersani sanno benissimo che oggi governare significa fare quello che hanno fatto gli ultimi due governi..l’alternativa è una roulette russa con 4 colpi nel  tamburo che si chiama uscita dall’euro e quindi dall’europa monetizzando i deficit e debito…che conseguenze avrebbe sulll’italia e sugli italiani tale scelta…?  sopratutto chi avrebbe il coraggio di percorrerla?  quindi anche nei commentatori chi blatera  il pd è di destra etc  etc  pensi alla realtà vera  ossia il potere di manovra dell’italia  le alternative percorribili  e sopratutto il loro costo
14 ore fa
svoltaasinistra

@saurogallis

È proprio il concetto di vittoria che probabilmente ci differenzia. Forse per lei è semplicemente una questione matematica e non anche politica. Mi spiega perché dovrei concorrere alla vittoria di un partito politico o di una classe dirigente di cui non condivido nulla? Altro che duri e puri, si tratta di esprimere un giudizio negativo verso le politiche liberiste e di precarizzazione che ha adottato il PD renziano e che per anni hanno significato per molti elettori di sinistra il motivo di una netta opposizione ai governi di centrodestra.
3 ore fa
scienceandzen
 @frank zeck “i detrattori di renzi non hanno nemmeno partecipato” mi sfugge la logica: avevano la possibilità di contare e non l’hanno fatto? e perché?
2 ore fa
utente92482
Il comportamento che hai indicato è tipico di una certa sinistra che preferisce stare all’opposizione piuttosto che partecipare ad un governo di coalizione che deve tener conto delle istanze di tutte le sue componenti. E’ stata la storia di Bertinotti che ha preferito passare all’opposizione, lasciando il governo a D’Alema/Mastella certamente più a destra di quello di Prodi.
2 ore fa
sarek
 @utente92482 partecipare a una coalizione per fare cosa? Una legge sul conflitto d’interessi e la regolamentazione dei media? Sono 40 anni che l’aspettiamo e fino poco tempo fa era sempre uno dei punti dei vari partiti di centrosinistra. Un governo per rimodulare la cedolare secca sugli affitti? Un governo che favorisca l’edilizia popolare? Governare tanto per governare non ha senso.
1 ora fa
sarino03

Mi sapete dire gli ultimi 50 anni, quale presidente dei ministri o governi

hanno fatto la volontà popolare o hanno mantenute o fatto Quello che hanno promesso? Possibbile che ce ne accorgiamo adesso?
a dire chiacchiere sono bravi tutti, ma Quando sono al comando si accorgono che non funziona,il resto ve lo lascio immagginare.
15 ore fa
sincero05
Ma quante fesserie andate affermando su questi commenti: Renzi, ne 2013 ottenne il 70%di consensi da parte degli elettori di centro sinistra. Se avesse portato a termine una sola di quelle riforme promesse nel 2012, ora sarebbe il primo partito con maggioranza assoluta. E’ piu’ che normale che oggi il Partito e’ frantumato. Il grave non e’ tanto quello di non aver fatto nulla, ma quello di aver fatto il contrario di cio’ che affermo’. Sallustri, un Giornalista a cui do poco ascolto, affermo che “Berlusconi non ha fatto nulla di cio’ che affermo’,ma non ha fatto neanche nulla di opposto: Il centro sinistra e’ scomparso. Renzi si e’ fatto il suo partitino,la sua riforma elettorale; vada avanti per la sua strada e non stia a rompere con la “sinistra.
15 ore fa
claudio16
Ok confermo e aggiungo che questo è successo perché le promesse di Renzi erano di sinistra per farsi eleggere ma il suo sentire si è verificato una volta al governo dove realizzando il programma della destra si è confermato quello che molti pensavano. Renzi è l’ artefice della resurrezione di Berlusconi è quello che facendo politiche di destra voleva attirare e impadronirsi dei voti di FI senza rifiutare patti del Nazzareno o esponenti di FI come spalla del suo governo ma facendo terra bruciata a sinistra, mai una posizione contro la destra e non è n caso
15 ore fa
saurogallis
Di che stai parlando? Del sesso degli angeli mi pare……
15 ore fa
flatline1963
Come ho già detto, Renzi il 70% l’ha preso alle primarie dell’aprile 2017
15 ore fa
Walter Cuperidge
“Il grave non e’ tanto quello di non aver fatto nulla”   nulla eh!  è proprio vero che non c’è più cieco di chi non vuol vedere.
14 ore fa
saurogallis

x claudio16

è vero che realtà a volte è soggettiva, io però non riesco a vedere le cose come le indichi tu.
La erra bruciata a sinistra si fa volendo restare duri e puri e rifiutandosi di confrontarsi con la realtà e la globalizzazione….
12 minuti fa
1xor1
 @Walter Cuperidge
hai ragione
non è vero che Renzi non ha fatto nullapurtroppo ha fatto aumentare il debito pubblico di 205 miliardi con inutili mance elettorali che alla fine hanno fatto solo salire di quasi 2 milioni (1.900.000 circa) le persone a rischio povertà

chi lavora oggi prende 5-600 euro al mese pur facendo i turni di notte e chi ha beneficiato della ridicola crescita (rispetto agli altri paesi europei) è stata la minoranza più ricca

certo se uno poi impara a memoria solo la propaganda del proprio partito e non si cura di leggere qualche statistica, può anche credere che Renzi cammini sull’acqua e moltiplichi panettoni e pesci fritti

15 ore fa
apollodoro
ma di quale sinistra parli, e di quale unita? Il PD con la sinistra, intesa come rappresentazione e casa degli interessi dei piu’ deboli, non ha nulla da spartire. Poi chi, ancora Prodi? Ma basta, quello che doveva fare il martello e ha fatto poi la parte dell’incudine? Qui se non si azzera tutta o quasi una classe dirigente della sinistra,  vecchia e nuova che ritiene anacronistica la tutela esclusiva degli interessi del sempre piu’ ampio disagio sociale, si perde solo del tempo e si fanno solo gli interessi del ceto politico!
14 ore fa
Vincenzo Gallo
Peccato che poi quelli che vanno a votare le primarie non la pensano come voi e non sono quanti formano la percentuale 0,00….. di mdp.
14 ore fa
saurogallis
Forse è importante COME si tutelano gli interessi del sempre più ampio disagio sociale; sicuramente non come lo pensano LeU e la Camusso    😉
1 ora fa
sarino03
ma dove sta la sinistra? chi sono?DAlema,Speranza ,Civati,Grasso, Bersani etc.mi vien da ridere.Quelli si stanno prenotando la futura poltrona in barba a chi ci crede. Purtropoo ha funzionato sempre così in Italia non vediamo oltre. Ah già dimenticavo M5S ha la visione moderna e ci toglie dai Guai. Campa cavallo che l’erba cresce.
53 minuti fa
utente22395
Condivido sul distacco del PD dalla tradizione socialista-democratica , lo si percepisce anche dal cambio di linguaggio, i ceti popolari diventano i “meno fortunati”, e invece di estendere i diritti dei lavoratori, questi si comprimono, salvo poi occuparsi dei “più svantaggiati” . La stessa idea degli 80 euri di sgravio fiscale serve alle famiglie a pagare qualche bolletta, ma – e Renzi lo ha rivendicato dalla Annunziata – serve anche a far vedere che “nessun rinnovo contrattuale ha mai dato 80 euro netti in una sola volta ai lavoratori”. E’ uno stile paternalistico che corrisponde al modello progressista-compassionevole di importazione USA. Per questo motivo però la scissione è stata un errore enorme che andava evitato, a meno che gli scissionisti avessero la certezza di portare via almeno la metà degli elettori PD. A Renzi costoro hanno fatto un favore.
2 ore fa
pescestocco
per realizzare il Prodidesiderio dovrebbe sparire,politicamente,D’Alema il killer e quell’insipito di Bersani senza contare il poltronista Grasso,
1 ora fa
elisabetta61nj

Bellissimo discorso che condivido al 99%.

Un unico “neo”, lei parla della sinistra, di politica di sinistra e include il PD con Renzi(e non serve che citi art.18 o altri provvedimenti che nemmeno i destri più accaniti pensavano di fare) e con Pierferdinando Casini?

1 ora fa
Fernando Reali
Prodi qualche giorno fa ha detto: tolgo la TENDA. Lei lo sa cosa voleva dire?
Poi parliamo male dei giornalisti!
In ogni caso: il 70% di chi come me, EX PD ha capito tutto: Renzi aveva in mente la ex DC che NON è riuscito a ricostruire. Nel frattempo, anzichè andare via lui,… ha pensato bene di fare un favore a Berlusconi: far fuori quelli che mangiavano i bambini: il PC  che NON esiste ormai da anni.
38 minuti fa
1xor1

peccato che l’unico compromesso accettato da Renzi sia tacere, obbedire e sottomettersi alla sua “crescita felice”:

crescita del debito : +205 miliardi
crescita delle persone a rischio povertà: +1.900.000

a me interessano i fatti non le dichiarazioni di Prodi o di chiunque altro
queste politiche le porterete avanti senza il mio voto

26 minuti fa
cisiamoquasi
….la “santa”  ipocrisia degli ex comunisti del pci sta nel fingere di lavorare per il gruppo , ma in realta’ sono degli incalliti individualisti che si nascondono dietro pensosi distinguo , in stile post ottobre, alla ricerca della propria nicchietta…inguaribili narcisisti incapaci di andare piu’ in la’ della patrimoniale, di “un’altra politica economica”. di “un’altro modello” , di “dignita’” …i vecchi slogan…. ma quando vanno loro al governo, vedi il bersani,  fanno le liberalizzazioni e le lenzuolate, inciuciano col berlusca ( vedi letta nipote premier con bersani segretario ) …insomma fanno i liberali…ora tornano a fare i “comunisti veraci”, sperando che l’italia sia simile a quella di corbyn…solo che in uk non c’era grillo….
17 ore fa
velino
“Liberi e Uguali non è per l’unità del centrosinistra. Punto”. Questo l’avevano capito anche i sassi, non c’era bisogno che lo dicesse Prodi. LeU ha distrutto il centrosinistra per una strategia che nessuno ha mai capito bene, ma che sembra piuttosto farneticante. Vogliono salvare la “purezza” della sinistra come i portatori della fiaccola olimpica. Vogliono avere l’onore di portare la bandiera della nave che affonda nel mare.
17 ore fa
jos611
In realtà vogliono semplicemente far fuori Renzi. Tutta lì la strategia
16 ore fa
yoland
Se ‘far fuori’ significa spingere alle dimissioni uno dei segretari di partito piu’ perdenti della storia repubblicana, mi sembra un’ottima strategia.
15 ore fa
stefanoallegri

oramai stanno diventando dissociati

sono arrivati a rinnegare le cose fatte da loro stessi nei governi prodi I, dalema I e II, prodi II, pur di dar addosso a renzi, che continua nella strada del PDS, DS, Ulivo
persone che rinnegano se stesse, pur di dar addosso a chi gli ha tolto il giocattolo
i bambini piangono e poi smettono
gli adulti fondano partiti e non smettono mai
15 ore fa
apollodoro
sarebbe ora!
14 ore fa
saurogallis

x yoland

opinione rispettabilissima ma, a mio modesto parere, totalmente sballata…..
14 ore fa
pappinofiliolo01
Non condivido è lui che si vuole defilare pur di compiacere la sua megalomania. Non vuole accettare nulla da nessuno. Vero è che è una persona preparata, intelligente ed a i mezzi per governare, ma dovrebbe scendere dal suo pulpito, ed adottare più umiltà verso chi non la pensa come lui.
17 ore fa
ilpdnoncepiu

LeU ha ridato una casa al centrosinistra.

Nel PD ci sono Tabacci e Casini…. ricorderà che erano dell’UDC che l’UDC era in sintonia con FI: tiri lei le conclusioni…

16 ore fa
utente56886
Tobacco ha fatto le primarie per diventare segretario del PD…
16 ore fa
emalvin
Casini fu il primo a tirarsi fuori da FI e non certo per accattarsi poltrone. In una formazione di centrosinistra c’è posto anche per una persona di centro come lui. E comunque ilpdceancoraeccome.
16 ore fa
utente62220
LeU è un movimento senza senso, che ha solo la funzione di fare da “spalla” a gente da salotto come Fratoianni e gente che per anni ha sproloquiato senza nulla combinare a sinistra (vedi Bertinotti, Cossutta ecc). Prodi fece un governo con Mastella, e nessuno ebbe da dire. Smettiamola di dire che Renzi è di destra. E’ arrogante, è irritante spesso ma è l’unico che in 20 anni a fatto qualcosa “di sinistra”. Piantatela.
16 ore fa
repente
utente 58 erano chiamate primarie di coalizione tant’e’ che partecipo’ pure vendola
16 ore fa
repente
emalvin sufficiente leggere su wiki la cronistoria politica di casini. Che a quanto pare non e’  che sia andato una volta sola con il berlu
15 ore fa
quasar314
Ora pure Casini passa per un uomo di centrosinistra XD
15 ore fa
maumizio
Guarda che Casini, Lorenzini ecc. Non sono nelle liste del PD ma solo nella coalizione per uninominale. Tabacci in passato si è presentato alle primarie ed è stato assessore del sindaco di Milano di estrema sinistra. Quindi non dire sciocchezze.
14 ore fa
saurogallis
quale casa? quale centrosinistra?  3%……..
14 ore fa
Walter Cuperidge
lasci perdere casini. a parte che chi cambia idea ne deve avere tutta la libertà , è stato il primo ad abbandonare berlusconi.
2 ore fa
sarek
 @Walter Cuperidge ha ragione Casini è stato alleato di Berlusconi “solo” dal 1993 al 2007, SOLO una quindicina d’anni. Gran sostenitore della famiglia tradizionale si sposa e divorzia due volte! Candidato perfetto per ipocriti e quaraquaquà.
17 ore fa
adaada01
Renzi ha distrutto il centrosinistra con le sue politiche di destra che nemmeno Berlusconi aveva mai osato fare
16 ore fa
stefanoallegri

l italia è il paese che lavora meno in europa

e oltretutto, per ora lavorata, produce meno fatturato delle maggiori economie europee
questa combin si chiama mancanza di competitività
questa ha conseguenza diretta bassi salari, basse tasse, alta evasione
finché gli italiani come te non accettano questo stato di cose, invece di dire “colpa di euro e politiche di destra” nulla cambierà in italia
continueremo ad essere sempre meno competitivi, meno ricchi e meno felici. sia con l euro che con la lira.
e no, non basta stampare soldi o svalutare moneta o obbligare imprese a dare a tutti 3 mesi di ferie per renderci a lungo termine un paese dove è bello vivere.
16 ore fa
leo2412
tutta colpa di Renzi che ha diviso vero? D’Alema invece ha sempre unito vero? ma daiiiiii
16 ore fa
Attilio Gusmaroli
in compenso D’Alema a suo tempo si è dimenticato di fare una legge sul conflitto di interessi, fare entrare il PD nei socialisti europei…devo continuare
15 ore fa
yoland
E ha distrutto il suo partito oltre che prendere batoste ovunque. Pochi politici di destra sono stati cosi bravi.
15 ore fa
frank zeck
@stefanoallegri, forse e’ cosi’ perche’ in italia si preferisce distribuire denaro a pioggia piuttosto che intervenire in riforme strutturali, o forse perche’ ci sono le corporazioni che fanno si che i propri iscritti godano di rendite perpetue, percui non si avverte la necessita’ di ammodernare. ti faccio notare che le ultime liberalizzazioni in italia sono state fatte proprio da bersani col governo prodi, da allora il nulla
15 ore fa
yoland

 @stefanoallegri Poche volte ho sentito tante idee macroeconomiche tanto strampalate.

I lavoratori nella pubblica amministrazione (in media) lavorano meno che in altri paesi, ma i lavoratori dipendenti e quelli autonomi lavorano quanto se non di piu’ dei loro colleghi europei.
Non diffonda false notizie (o fake news, se preferisce) per fare propaganda pro PD.
14 ore fa
saurogallis
Se lo dici tu, allora…..    :DDDDD
14 ore fa
saurogallis

x yoland

Ma vah!
Pensa a D’Alema con Prodi, a Bersani nelle ultime politiche…
Loro non hanno distrutto niente, vero?    😉
Essere di sx non vuol dire cantare l’Internazionale.
16 ore fa
alboino
Si chiama rancore, bisogno di affermare piccole ambizioni e meschine ripicche personali . Tutto qui. Liberi e uguali , ma per cortesia.
15 ore fa
yoland
Mi sa che si sta confondendo con l’attuale dirigenza del PD/ E’ sicuro di non avere sbagliato a scrivere?
14 ore fa
saurogallis

yoland

ma stasera sei proprio imbelvito, prendi una camomilla   🙂
14 ore fa
Walter Cuperidge
“yoland”  è chi se ne va con la palla che ha rancore non chi rimane ed è stato legittimato dai proprietari di un partito democratico cioè gli iscritti e gli elettori tutti.
16 ore fa
clip73
La immagine che avevo di Prodi era di una persona con carattere un poco rancoroso, che non dimentica (“reggiano dalla testa quadra” si dice di quelli di Reggio Emilia). Eppure, dopo le batoste ricevute dai suoi amici, la caduta del 1998 e la non elezione a Presidente della Repubblica (dove era stato acclamato per alzata di mano), vedo che riesce a perdonare. Si dice che invecchiando si dimentica, ci si addolcisce. Sarà per questo.
16 ore fa
amapola96
Nel 1998 il sicario fu la estrema sinistra, a favore di….
14 ore fa
saurogallis
E’ come scrive amapola96….
3 ore fa
clip73
 @saurogallis Chi fu ” il fruitore finale” dei traditori? Il segretario PDS D’Alema, che s’ insediò al Governo
2 ore fa
amapola96
Ma lei  @saurogallis deve prendere tutto quello che dico, e questo lei non lo vuol sentire dire. Si faccia il parcorso dalla uscita dal cinema dei futuri 101, ascolti quel che disse Renzi alla uscita. Controlli la “fuga” a Firenze e veda chi fu il primo a parlare nel Partito con la famosa frase :”Il nome di Prodi deve ritenersi ritirato”. Questo mentre Prodi era in Africa e seppe in questo modo che il partito lo ritirava. Ecco, ci rifletta… Questo è uno dei tre motivi perché da tempo non voto più Pd e mi astengo sino a quando Renzi non viene detronizzato.
16 ore fa
stefanoallegri

magari se lo avessero capito anche annunziata, damilano o giannini, non troverebbero cosi tanti apprezzatori tra i lego-grillini

dove arretra il centro sinistra, anche sulla stampa, arriva la destra,
quella ignorante dei novax e noeuro, dei “quando c’era Lvi” e via dal mio comune i ne(g)ri
non arriva karl marx con in braccio d’alema e bersani
15 ore fa
yoland

Cavolo, finisce il mondo senza il PD (che lei erroneamente confonde con il centro sinistra). Perche’ non ci ho pensato prima.

Non dormiro’ stanotte pensando all’imminente catastrofe.
15 ore fa
apollodoro
Bisogna lavorare per uscire da questo ricatto della palude di cui lei e’ uno dei tanti assertori, che se non si vota il PD ,vince la destra populista, irresponsabile etc, dei Salvini, Berlusconi, Grillo, . I milioni di italiani che stentano ad arrivare alla fine del mese, non avranno alcun giovamento dall’esito di questi circensi , le disuguaglianze inique, madri di tutti i problemi, rimarrano tali se non peggiori ,indipendentemente dalla vittoria di Renzi, Berlusconi, Salvini, Di Maio e tutta la combriccola
15 ore fa
stefanoallegri

caro apollodoro, le disuguaglianze si combattono aumentanto la ricchezza dispopnibile, non stampando moneta in casa, o svalutando la newLira, ma facendo meglio di come abbiamo fatto fin ora.

finche votate salvini, con i complottisti no euro
o i di maio, con lo statalismo anni 70 pagato “addebito”
con entrambi che vogliono togliere la fornero (come fece damiano con lo scalone maroni, il che costringerà il prossimo prossimo governo a porre rimedio)
è sicuro che non migliorate niente
14 ore fa
saurogallis

x yoland

come ho già scritto, tranquillo, con una camomilla ti rianimi domattina.
Il modo probabilmente non finisce senza il PD, ma sicuramente non trae vantaggio alcuno da LeU…..
14 ore fa
saurogallis

x apollodoro

te d’oro forse hai una capsula dei denti.  Continua a vivere sulla luna, che intanto la dx ti (ci) asfalta…..
16 ore fa
frank zeck
tu dici che nessuno ha capito, beh chi non lo ha capito continuera’ a votare per il PD, qual’e’ il problema? pensare che bersani e d’alema siano ‘proprietari’ del loro consenso, e che possano disporre a proprio piacimento, e’ una grande sciocchezza
14 ore fa
saurogallis
come lo è pensare che possano combinare qualcosa a prescindere dal PD…..
15 ore fa
Franco Cosmi
Se Velino non ci capisce un capZo non può accusare  i fuoriusciti di aver distrutto il centro sinistra.
Il Velino si è mai accorto che nel PD c’è stata l’invasione rottamatrice del ROTTAMATORE?
Di quel rottamatore che ci voleva portare oltre il 40% e ha portato il PD al 22 meno uno e poi meno uno che vale a dire 20%?

.
14 ore fa
saurogallis
FORSE alcuni presuntuosi hanno pensato che fosse prioritario rottamare Renzi invece che salvare il paese, che è meglio agitare “Il Capitale” di Marx, piuttosto che adeguare le strategie alla società capitalista attuale?   ^^
15 ore fa
pappinofiliolo01
Di farneticante c’è la megalomania di Renzi, che non accetta nessun minimo consiglio. Se anche un galantuomo come PIETRO GRASSO si è defilato, ci sarà pure una ragione, che Lei purtroppo non capisce.
14 ore fa
saurogallis
Galantuomo, ma poco intelligente….
15 ore fa
pappinofiliolo01
Chi sta distruggendo il centrosinistra è proprio Renzi, che non ammette nulla in questa direzione.  Caro signore si rassegni poichè il prossimo governo sarà RENZUSCONI, con l’unto da satana rianimato proprio da Renzi, nonostante la sua condanna definitiva.
16 ore fa
danilo16
Fino a poco tempo fa Prodi è stato considerato il riferimento massimo della sinistra ..Ora che esprime liberamente il suo pensiero schierandosi per il  Pd diventa per i simpatizzanti LeU  un voltagabbana , addirittura uno che tira la volata a Berlusconi. Una manifestazione di faziosità e di cinismo senza limiti.
16 ore fa
wean
Liberi e Uguali è una brancata di falliti che , a partire da Fratoianni , non sa nemmeno cosa vuole . E’ solo un cartello elettorale che ad elezioni finite probabilmente si sfalderà anche perché mettere insieme Bersani con Falcone , Vendola e compagnia è impossibile , se poi ci aggiungiamo lo scarso carisma del povero  Grasso il destino di LeU è segnato . Penso che faranno la fine dell’accozzaglia Arancione del 2008 che fallì clamorosamente .
15 ore fa
grifone05
intanto la finaccia la ha fatta il renzi..dal referendum in giu’….ha sempre straperso ….milioni di voti buttati via!
14 ore fa
saurogallis

grifone05

tranquillo, LeU 3%…..
16 ore fa
frediana
Come e’ giusta questa risposta Danilo 16!!!!!!
15 ore fa
biagio5101
Bisogna ricordare a Leu che se hanno governato in Italia,è grazie a Prodi e la fusione D.S.-Margherita (ex D.C.) che hanno fondato il P.D. altrimenti  sarebbero stati in perenne opposizione come il loro vecchio P.C.I. Perchè questi o lo sono o lo fanno, non si sono messi in testa che gli Italiani  non li vogliono, e lo dimostrano tutte le sconfitte elettorali subite dal Pci.
15 ore fa
robingr
Io sto con Prodi, contro gli inganni, le mistificazioni e i falsi profeti della sinistra.
15 ore fa
pierpaolo001
E il vitello d’oro ? Lo farete arrosto per cenare insieme a Casini e Formigoni ?
Ps. quando si è “biblici”, bisogna esserlo fino in fondo.
😉
15 ore fa
eccomiiii
 Allora come fate a fare il centro sinistra , senza la sinistra?
15 ore fa
313131
Se per caso prendono più seggi della sinistra automaticamente occuperanno i seggi della sinistra…da centro a sinistra…non male! Potrebbe essere l’unica soluzione per un buon governo! Tanto più che in questi ultimi anni siamo riemersi dall’abisso che la destra ci aveva portati, anche se poi è intervenuta la crisi economica.., ma poi.
15 ore fa
toro56
Con una sinistra inutile e autorefereziale? Inutile e dannosa
14 ore fa
frenz33
Vorrai dire senza i Sinistri!?!….
14 ore fa
saurogallis
Meglio Prodi o D’Aema?    😉
15 ore fa
toto
Anche io.
14 ore fa
raffaele27
Cosa avrebbe potuto dire Prodi visto che, in base ai sondaggi,sembra che a vincere debbano essere o la coalizione di centro destra o i grillini?  cioè, o quelli che hanno gran parte della responsabilità delle condizioni in cui versiamo o un partito che non si è fin’ora mostrato in grado di amministrare neanche quei pochi comuni (Roma in testa) nei quali ha vinto le elezioni; il centrodestra parla come se fosse una coalizione che per la prima volta si accinge ad assumere responsabilità di governo (e potrà così dimostrare agli altri come si governa….!); i grillini parlano come se le città da loro amministrate funzionassero come città scandinave (e se questo non è, è solo per colpa di chi li ha preceduti…!). Obiettivamente, la scissione è un regalo, più che a Grillo,ai forzafascioleghisti; e a Prodi questo non può non dispiacere
15 ore fa
lettore69

Grasso non si accorge di quanto sia ridicolo dovendo fare da portavoce a D’Alema.

14 ore fa
delli01
Ridicolo è credere che Grasso fa il portavoce.Un po’ di serietà come si fa a non vedere che il PD si è spostato di fatto al centro, penso molti come me in questa consultazione elettorale non avrebbero votato il partito di Renzi.
14 ore fa
grifone05
votiamo liberi e uguali..renzi a casa!
14 ore fa
saurogallis
Pace….
15 ore fa
utente56560

da non elettore PD mi chiedo ma Fratoianni chi ? il compare di scotto ora con Stumpo e Speranza, usciti dal PD o entrati in LeU oer garantirsi in qualche modo una poltrona (blindata) considerato che hanno sempre e solo vissuto di politica…

Le politiche di connivenza, le spartizioni per le coop fino ad oggi le hanno fatte Bersani, D’Alema, in pratica tutti i nuovi duri e puri, i governi con B sempre loro, hanno votato limpossibile e la sola paura di essere fuori ha prodotto la scissione, andassero aff….
Il tutto mi riporta al Cofferati che ha consegnato la Liguria chiavi in mano alla destra, il duro e puro Cofferat, ora LeU, forse il peggio sindaco che Bologna abbia avuto..,
15 ore fa
Giuseppe Torelli
Sei davvero convinto che fratoianni, speranza e compagni si garantiscano una poltrona? Sei molto ottimista. Bisogna apprezzare chi lascia un grande partito per rischiare di diventare un 2,3% che non conta nulla. Chi si accoda al capo (Renzi) è solo un leccapiedi
14 ore fa
saurogallis

Figuriamoci, in lista non ci sarebbero stati comunque, allora hanno deciso: muoia Sansone con tutti i Filistei.

Sono più ottimista di te: 3%….
14 ore fa
ottober

Grasso, ma quanto sei precipitato in basso. L’unica cosa che sanno dire i tuoi sponsor D’Alema e Bersani è che la colpa delle sconfitte è sempre degli altri e tu hai subito copiato. La colpa delle sconfitte della sinistra radicale che voi rappresentate,  sono sempre le stesse, inconcludenza, inadeguatezza di proporre soluzioni vere ai problemi della gente e soprattutto incapacità totale di creare  e far crescere occasioni di sviluppo e di lavoro.

2 ore fa
buongoverno02
Grasso non ha copiato… ha eseguito gli ordini di D’Alema e Bersani! I magistrati di suo non dicono mai nulla! Loro sono stati allevati fin da piccoli ad ubbidire ai superiori!
17 minuti fa
scienceandzen
a parte il discorso grasso, non mi risulta che i magistrati debbano obbedienza ai superiori.
15 ore fa
franco dall’osto
LeU vuole allearsi con chi ha chiamato le ONG che aiutano i migranti TAXI DEL MARE (Di Maio) vergognatevi Grasso e Boldrini…
15 ore fa
grifone05
renzi a casa! ora basta!
15 ore fa
er10
Sempre lo stesso copia e incolla ?????
15 ore fa
hovintoiltelegatto
E Di Maio torni sui banchi! O a lavorare!
15 ore fa
er10
stesso copia e incolla da settimane……che noia!
14 ore fa
Robin Hud
Il colmo.
Essere sconfitti da un incapace
14 ore fa
saurogallis
grifone, vola bella colomba vola…..     😀
15 ore fa
eccomiiii
Mi scusi, quanti migranti lei ospita a casa sua?
14 ore fa
saurogallis
Ci mancavi. Tu invece quanti ne ospiti?
14 ore fa
saurogallis
C’è la privacy, non fare ‘ste domande….
15 ore fa
ripresa
perchè non è vero? lavora per le Ong lei?
14 ore fa
stevaro
Ma Grasso che proposte ha per le prossime elezioni? Abolizione delle tasse universitarie. Poi?
3 ore fa
buongoverno02
E poi “mai con il PD”!
Mostra altri commenti
Mario Foglieni
Mario Foglieni
Classe 1946 - Maschio - Bergamasco - Pensionato dal 1999 - metà tempo in Italia e metà tempo in Croazia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *