LAVORO: 250 POSTI PER ASSISTENTI SOCIALI

Concorso assistenti sociali, bando per 250 persone. Come partecipare

Il Ministero della Giustizia ha indetto un concorso per 250 assunzioni a tempo indeterminato di assistenti sociali

Il Ministero della Giustizia ha indetto un concorso per 250 assunzioni a tempo indeterminato di assistenti sociali.

 IL BANDO – Il bando è finalizzato al reclutamento di Funzionari di servizio sociale ed è rivolto a laureati abilitati all’esercizio della professione di Assistente Sociale. La selezione pubblica prevede lo svolgimento di prove scritte e orali. Per partecipare al concorso Ministero Giustizia c’è tempo fino al 12 marzo 2018.

 REQUISITI – Per partecipare al concorso Assistenti sociali, i candidati devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • laurea triennale, laurea magistrale o diploma di laurea (vecchio ordinamento) in scienze del servizio sociale o equipollenti per legge; sono considerati validi anche i diplomi universitari in servizio sociale o i diplomi di assistente sociale;

  • abilitazione all’esercizio della professione di Assistente Sociale;

  • iscrizione all’albo professionale degli assistenti sociali;

  • cittadinanza italiana;

  • idoneità fisica all’impiego.

Non possono partecipare al concorso coloro che siano stati destituiti o licenziati a seguito di procedimento disciplinare, o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero coloro che siano stati dichiarati decaduti da un impiego pubblico per averlo conseguito mediante la produzione di documenti falsi, o interdetti dai pubblici uffici per effetto di sentenza passata in giudicato.

COME FARE DOMANDA – I candidati devono compilare il modulo della domanda online sul sito del Ministero della Giustizia entro il 12 marzo 2018. Disponibili anche le faq tecniche e faq amministrative per la compilazione della domanda.

LE PROVE – Il bando prevede 2 prove scritte e una orale, precedute da una prova preselettiva nel caso in cui le domande di partecipazione siano superiori a mille.
La prova preselettiva riguarda un test a risposta multipla di cultura generale e inerente le materie legate al concorso. Per le prove scritte sono previsti due test che verteranno su tecniche e strumenti di metodologia del servizio sociale e diritto penitenziario. La prova orale avrà come temi quelli in oggetto delle prove scritte, diritto penale, diritto amministrativo, procedura penale e diritto di famiglia e dei minori, criminologia e sociologia della devianza, etica e deontologia professionale dell’Assistente Sociale, lingua straniera e informatica.

 

Mario Foglieni
Mario Foglieni
Classe 1946 - Maschio - Bergamasco - Pensionato dal 1999 - metà tempo in Italia e metà tempo in Croazia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *