Dacia Sandero. A prova di vita reale.

A 7.450 € . Scopri la Serie Speciale Dacia WOw

 In un tweet l’amministratore delegato di Uber Dara Khosrowshahi, oltre ad aver espresso vicinanza alla famiglia della vittima, ha anche dichiarato di voler collaborare con le autorità competenti per chiarire la dinamica dell’accaduto. Autorità che nella fattispecie sono la polizia locale e l’NTSB (National Transportation Safety Board).

E’ la prima volta, dunque, che una vettura autopilotata investe una persona provocando un incidente mortale. Rischio che i detrattori di questa tecnologia avevano più volte paventato e che si è effettivamente avverato. Tra le molte cose da spiegare, c’è anche il ruolo (e l’eventuale responsabilità) del tester che si trovava a bordo dell’auto apposta per scongiurare un’eventualità del genere.
E non è riuscito a farlo.