GP D’AUSTRALIA: Vettel 1° Raikkonen 3° – Hamilton in mezzo

 NDR: Non illudersi mai, poichè anche l’anno scorso fu vittoria, ma non del Campionato

Ferrari, ora Vettel ci crede davvero: “Questo è solo l’inizio”

Il tedesco, sul podio della gara vinta a Melbourne davanti a Hamilton: “Vogliamo continuare a vincere, le sensazioni su questa macchina fanno ben sperare”.

Un Sebastian Vettel al settimo cielo. E’ quello visto a Melbourne dopo il Gran Premio d’Australia vinto dalla sua Ferrari e una gara che ha visto tutto: la fatica iniziale, la strategia azzeccata che ha permesso di sopravanzare Lewis Hamilton al pit stop sfruttando la Virtual Safety Car dopo il ritiro di Grosjean, la caparbietà nel resistere al ritorno di Hamilton e il grande sollievo finale quando la Mercedes ha mollato. Quindi l’apoteosi al momento di tagliare il traguardo.

“Oggi è andata decisamente bene – ha osservato sul podio australiano il tedesco della Ferrari -. Abbiamo avuto un po’ di fortuna con la Safety Car, ma io mi sono davvero divertito davanti a un grande pubblico e agli spalti gremiti di appassionati. Mi sono davvero divertito e mi sono goduto alla grande il giro di rientro”.

L’inizio, come detto, non è stato però facile: “Speravo in una partenza migliore, qualcosa non ha funzionato – ha ammesso il tedesco -. Poi ho perso un po’ di contatto con Lewis e Kimi nel primo stint, è andata meglio con le gomme soft. In curva 4 ho visto che si era fermata una macchina e all’inizio temevo fosse una Ferrari invece poi ho visto che era una Haas. Dovevo ancora cambiare le gomme e quando ho visto che occasione avevamo sono entrato in pit al limite, è stata una vera botta di adrenalina. Eravamo davvero vicini con Lewis e sono riuscito a restare davanti. Lui poi ha tenuto la pressione alta, ma negli ultimi giri mi sono potuto godere la vittoria”.

Il pensiero, però, già corre al prossimo appuntamento iridato in Bahrain: “Oggi siamo stati un po’ baciati dalla sorte, ieri Lewis ha fatto un giro grandioso e si è meritato la pole. Ha fatto anche un’ottima gara, l’ha controllata dall’inizio. Noi abbiamo avuto un po’ di fortuna, ma ce la prendiamo. Portiamo a casa la vittoria e una bandiera, come facciamo ogni volta che vinciamo. Ma non siamo ancora soddisfatti, vogliamo continuare a vincere sempre di più. Questa macchina dà ottime sensazioni, qui poi è arrivata una vittoria che dà molte motivazioni e fiducia nel futuro”.

Come dire che la rincorsa verso quel mondiale che manca a lui dal 2013 e alla Ferrari dal 2007 è appena cominciata.

Mario Foglieni
Mario Foglieni
Classe 1946 - Maschio - Bergamasco - Pensionato dal 1999 - metà tempo in Italia e metà tempo in Croazia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *