INTRIGO INTERNAZIONALE COL MORTO

Arabia Saudita conferma morte Khashoggi, in una colluttazione

Arrestate 18 persone e rimosso ufficiale dei servizi segreti

L’Arabia Saudita ha confermato ieri sera che il giornalista Jamal Khashoggi è morto. Secondo i risultati preliminari di un’inchiesta saudita, Khashoggi è deceduto in seguito a una colluttazione con alcune persone con cui si era incontrato nel consolato saudita a Istanbul. Diciotto cittadini sauditi sono stati arrestati dalle autorità di Riad per la morte del giornalista ed stato rimosso dall’incarico il generale Ahmed al-Asiri, un alto ufficiale dei servizi segreti coinvolto nella vicenda.

Riad ha rimosso dal proprio incarico Saud al-Qahtani, esponente di spicco della Corte reale saudita e stretto consigliere del principe ereditario Mohammed bin Salman, in relazione alla morte del giornalista Jasmal KHashoggi. Lo riferisce al Arabiya. Qahtani, definito lo “Steve Bannon saudita”, è considerato lo ‘stratega’ della politica mediatica del principe.
ANSA | 20-10-2018 10:06

Mario Foglieni
Mario Foglieni
Classe 1946 - Maschio - Bergamasco - Pensionato dal 1999 - metà tempo in Italia e metà tempo in Croazia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *