CASE DI LEGNO: come e dove si può costruirle ?

Case in legno: dove si possono costruire?

Tornando alla nostra domanda su dove sia possibile costruire case in legno, gli indizi ci sono tutti:

  • sono edifici al pari della case in muratura;

  • sono ancorati alle fondazioni;

  • hanno lo stesso potere di ingombro (non pensate alla case in legno solo come le piccole casette chalet di montagna, le metrature possono anche essere molte ampie);

  • necessitano delle stesse autorizzazioni e concessioni edilizie.

Un paese come il nostro, letteralmente avvolto dal problema di continui abusi edilizi, dove si costruisce ovunque in barba a normative e sicurezza, va da sé che devono essere rispettate le stesse regole anche in merito al luogo in cui possono essere costruite le case in legno. La presenza del legno e di materiali eco-compatibili non giustifica affatto gli scempi edilizi. Vediamo dove possono essere costruite case in legno:

  • Su terreni edificabili? Certo che si. In questo caso, se stai optando per la costruzione di una casa in legno, devi prima andare a verificare il piano regolatore e il piano particolareggiato del tuo Comune, per vedere se il terreno che hai o che hai in mente di acquistare sia edificabile o lo possa diventare.

  • Terreni agricoli? Dipende. Di norma sui terreni agricoli non si può costruire, perché per natura sarebbero destinati alla coltivazione della terra e all’allevamento. In realtà però se sei un coltivatore diretto e coltivi quel terreno allora puoi sbloccare il tutto, destinando la costruzione a ‘casa colonica’ e chiedendo il permesso di costruire con tutti i vincoli spiegati nei paragrafi precedenti.

  • Sui terreni inedificabili? Decisamente no. Sfatiamo il pregiudizio che la casa in legno possa essere costruita ovunque. Sui terreni inedificabili non si costruisce. Se lo fai commetti un abuso edilizio.

Una cosa è certa: non possiamo costruire dove ci pare e senza chiedere permessi.

Case in legno mobili e camper: devo avere la concessione?

E che succede con la case in legno prefabbricate mobili, le roulotte e i camper? Il problema è l’ancoraggio al suolo. Come abbiamo visto, per ogni costruzione edilizia deve essere concesso il relativo permesso, affinché possa essere ancorata al suolo. Unica eccezione viene prevista per tutte quelle case mobili, camper e roulotte che vengono ancorate all’interno delle strutture ricettive, all’aperto e in via esclusivamente temporanea [3]. Il terreno deve comunque avere il requisito della destinazione turistica.   Se da temporanee diventano permanenti o stagionali vanno comunque richiesti gli stessi permessi e le stesse concessioni di una normale casa in muratura. E questo anche se la casa non viene ancorata al terreno ma resta su gomma. Se il nostro ancoraggio al suolo non è temporaneo, e vogliamo mettere la nostra casetta nel giardino immenso di casa nostra, serve il permesso di costruire. A meno che non sia la casetta in legno ripostiglio per gli attrezzi, con una superficie consentita dal Comune affinché sia libera da vincoli di sorta (attività edilizia libera).

Mario Foglieni
Mario Foglieni
Classe 1946 - Maschio - Bergamasco - Pensionato dal 1999 - metà tempo in Italia e metà tempo in Croazia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *