Nuova Classe B. Justify nothing.

Scoprila sabato 16 e domenica 17 febbraio nei nostri showroom. Nuovi interni più spaziosi, pianale…

Sponsorizzato da Mercedes


Le celebrazioni di domenica in occasione della Giornata del ricordo portano in dote una scia di polemiche che coinvolgono il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani e il vicepremier Matteo Salvini. “Viva Trieste, viva l’Istria italiana, viva la Dalmazia italiana, viva gli esuli italiani, viva gli eredi degli esuli italiani”, “evviva coloro che difendono i valori della nostra Patria“. Queste le frasi pronunciate dal presidente del Parlamento Ue che hanno scatenato l’ira di CroaziaSlovenia.

Le affermazioni di Tajani, in visita alla foiba di Basovizza, non sono piaciute al premier croato Andrej Plenkovic per il riferimento a “Istria e Dalmazia italiane”: “Esprimo la mia ferma condanna e respingo con forza le dichiarazioni di Tajani che contengono elementi di rivendicazioni territoriali e di revisionismo storico“. Il primo ministro di Zagabria ha detto di aver già espresso la propria insoddisfazione per il discorso allo stesso Tajani, chiedendogli chiarimenti pubblici.