Sono il cruccio di ogni portalettere: le cassette delle lettere “anonime”, o con etichette sbiadite e illeggibili, che rendono (ancora) più difficile la consegna della corrispondenza. Proprio per mettere un freno a questa  tendenza Poste Italiane ha deciso di avviare anche in provincia di Bergamo l’iniziativa “Etichetta la cassetta”. Regaleranno ai cittadini senza il proprio nome sul citofono o sulla buca delle lettere,  alcune etichette vuote adesive,  invitandoli ad uscire dall’anonimato.